Storia

storia Villa Giovanni 23

Oltre 130 anni di assistenza

Nel 1871 nasceva a Bitonto, per iniziativa della "Società degli Azionisti e di Benedicenza", ora Onlus Società di Servizio Sociale, il Ricovero di Mendicità "Principe Umberto", per prestare assistenza e soccorso ai bisognosi della Città.

Con Decreto del Presidente dela Repubblica, dell'8/8/1955, il Ricovero di Mendicità "Principe Umberto", ubicato nell'antico convento dei Cappuccini in via Traetta, assumeva la denominazione di Casa di Riposo "Principe Umberto".

Nel Maggio del 1983 viene inaugurata la nuova ed attuale sede di via Dossetti, dove il 12.2.1985 l'Ente prendeva la denominazione di Villa Giovanni XXIII - Casa e Centro Polivalente dell'Anziano.

A seguito della depubblicizzazione dall'1/1/1999, l'Ente assumeva la natura giuridica di ONLUS (Organizzazione non lucrativa di utilità sociale). Questa evoluzione, tanto necessaria quanto voluta, è stata dettata dal bisogno di dare ad una popolazione, sempre più anziana, risposte più efficaci e tempestive.

L'Ente si avvale di strutture e modelli organizzativi adeguati alle mutate esigenze, sopratutto per chi non è autosufficiente o affetto da demenza senile.

Oggi la ONLUS Villa Giovanni XXIII, organizzata in Casa di RiposoResidenza socio sanitaria assistenziale, e Centro servizi per le persone  affette dal morbo di Alzheimer ed altre forme di demenza, assicura agli ospiti e alle loro famiglie, quel sistema integrato di interventi e servizi atti a garantire una crescente qualità della vita; tali caratteristiche la collocano tra le principali strutture sociali, assistenziali e sociosanitarie della Regione Puglia.